Diamo voce alla murgia.

Pane amaro

Pane amaro

Pagine:

Anno di stampa:

Isbn:

Prezzo: € 10.00

Loading Updating cart...

Un file rouge lega la storia del movimento operaio della città di Gravina, attraverso la ricostruzione di episodi storici e lotte sindacali dalla fine dell’Ottocento ai giorni nostri. Una storia che “Pane Amaro” narra attraverso i protagonisti che hanno scritto le pagine salienti del movimento sindacale gravinese, pugliese e nazionale come Canio Musacchio, Giuseppe Musacchio, Filippo D’Agostino, Peppino Gramegna e Francesco Stefanelli, ma anche figure meno note alla letteratura come Michele Calia, Vito Guida e molti altri. Una ricostruzione storica da cui emerge il protagonismo sociale di masse di “cafoni” e di tanti quadri dirigenti e capipopolo. Protagonismo sociale e di lotta avente come obiettivo il riscatto delle classi subalterne dallo sfruttamento e dalle condizioni di subordinazione economica e culturale dalle classi dominanti e dal feudalesimo fortemente radicato nelle campagne. Dalla lettura di questo libro si rende giustizia ad una città dove i lavoratori non solo sono protagonisti del riscatto, ma diventano classe dirigente del Paese. Un testo da affidare alle nuove generazioni per consegnare valori, etica, ideali che hanno forgiato nella lotta e nel sacrificio intere generazioni per il riscatto del mondo del lavoro.

Salvatore Albano (Gravina in Puglia, 1979) è laureato con lode presso la Facoltà di Lettere Moderne dell’Università degli Studi di Bari. Successivamente si è perfezionato in “Comunicazione e Pubbliche Relazioni” e si è specializzato in comunicazione con un master in “Comunicazioni e Produzioni Radiotelevisive” presso l’ateneo barese. Dal 2003 collabora con diverse redazioni giornalistiche locali, tra cui “Il Grillo Parlante”, “Quadrifoglio”, “GravinaNews” e attualmente per il mensile “Contesto”. Tra il 2007 e il 2008 ha scritto e collaborato alla redazione di alcune commedie teatrali in vernacolo e opere rappresentate in italiano tra cui Una rosa nel deserto e La Sabbia e la Roccia (co-autore Renato Gonsalvo). Nel 2008 e nel 2009 si è aggiudicato il terzo e il secondo posto al concorso letterario nazionale “Dare vita agli anni” promosso dal Comune e dall’Auser di Forlì con i racconti Libertà nostra e Il giorno dopo. Dal 2005 collabora con la CGIL di Gravina.

comments powered by Disqus